Impieghi tradizionali dello zafferano

Fragranze allo zafferano

Nell' antichità gli Egizi profumavano le loro cerimonie con la dolce e pungente fragranza di zafferano, i Romani facevano il bagno con acqua e pistilli di zafferano e con gli stessi profumavano le loro abitazioni; si racconta inoltre che il dio greco Zeus si coricasse in un letto di fiori di zafferano e che in Oriente il legno di sandalo e lo zafferano venissero impiegati per ottenere essenze rilassanti. Le moderne profumerie utilizzano lo zafferano perché esso, nell'ottenere la formula dei migliori profumi floreali, si armonizza come nota media con altre essenze e fragranze.

Tintura naturale di zafferano

La tinta naturale a base di zafferano era usata per colorare i tessuti e connotare lo status sociale in ogni epoca e civiltà venuta a contatto con la preziosa spezia. Le spose fenicie e cartaginesi indossavano veli tinti con lo zafferano, così come tinte con lo zafferano erano le tonache dei monaci buddisti, tibetani e indù. Anche la colorazione della lana irlandese e dei chimoni giapponesi prevedeva l'impiego di coloranti a base di zafferano.

Uso in omeopatia dello zafferano

Raffigurazioni risalenti all'era preistorica, trovate nel nord-ovest dell'Iran, contengono pigmenti a base di zafferano, a testimonianza dell'antico rapporto dell'uomo con questa spezia. Recentemente presso l'isola greca di Santorini, l'antica “Thera”, alcuni ricercatori hanno rinvenuto una rappresentazione risalente a 3500 anni fa di una dea della guarigione che vigilava sulla medicina e sull'uso della spezia derivata dal fiore dello zafferano. Oggi sappiamo che lo zafferano di prima qualità possiede moltissime proprietà benefiche in quanto è noto che questa spezia è ricca di vitamine B1 e B2 che aiutano il metabolismo e lo scambio di ossigeno tra le cellule, nonché di carotenoidi (1000 volte quelli contenuti nella carota) che rendono lo zafferano uno dei più potenti antiossidanti naturali. L’uso dello zafferano come medicinale omeopatico è legato soprattutto alle sue proprietà antidepressive, agli effetti che ha sulla memoria, sull’apparato digestivo e su quello cardiovascolare e dovrebbe essere sempre accompagnato da prescrizioni di un medico omeopata esperto che indichi con precisione dosi e modalità di assunzione di questa spezia.

Lo zafferano, un dono prezioso

Lo zafferano può costituire un dono unico per occasioni speciali come compleanni, anniversari, matrimoni ed eventi religiosi come il Natale e il Ramadan, perché è una spezia preziosa, ed in quanto tale rappresenta un vero e proprio status symbol.